Impianto Solare fotovoltaico connesso alla rete


Le caratteristiche:

 

Un impianto fotovoltaico sfrutta la luce del sole per produrre energia elettrica grazie a una proprietà fisica detta “effetto fotovoltaico” posseduta da alcuni materiali tra cui il silicio.

 

Gli impianti fotovoltaici connessi alla rete sono relativi a quelle utenze elettriche già servite dalla rete nazionale che immettono in rete la produzione elettrica del loro impianto. I principali componenti di un impianto fotovoltaico connesso alla rete sono:
 

  • moduli fotovoltaici disposti in modo da captare al meglio la luce del sole 
  • inverter per trasformare la tensione continua (DC) in uscita dai pannelli, in tensione alternata (AC) da immettere in rete 
  • quadri di protezione e controllo, posizionati tra l'inverter e la rete che questo alimenta  
  • cavi di connessione, che devono presentare un'adeguata resistenza ai raggi UV e alle temperature

schema_Impianto_fotovoltaico 

 

La superficie occupata da un impianto fotovoltaico è in genere poco maggiore rispetto a quella occupata dai soli moduli fotovoltaici, che richiedono circa 8 m² / kWp ai quali vanno aggiunte eventuali superfici occupate dai coni d'ombra prodotte dai moduli stessi, quando disposti in modo non complanare.


 

.